Translate

giovedì 14 febbraio 2013

SAMOSA INDIANI



samosa

Oggi ho deciso di presentarvi una ricetta tipica indiana, semplice e di grande sapore: i Samosa. I Samosa sono dei deliziosi fagottini di pasta fritta ripieni di verdure o anche di carne, usati come antipasto durante le feste o come spuntino per calmare la fame. Come tutti i cibi indiani si tratta di prodotti conditi con moltissime spezie, le quali contribuiscono a dare ai Samosa un sapore e un aroma unico. 
  • 200 gr di farina
  • 4 cucchiai di olio
  • un pizzico di sale
  • acqua q.b.
Ingredienti per il ripieno
  • 2 patate
  • 150 gr di piselli
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaino di pepe
  •  cumino
  •  coriandolo
  •  zenzero
  •  peperoncino rosso in polvere
  •  garam masala
  • sale
  • olio per friggere
Setacciate la farina col sale in una ciotola, aggiungete l’olio e cominciate a lavorare. Poco alla volta unite l’acqua e impastate il tutto fino a formare una palla omogenea.
Lasciate riposare l’impasto e nel frattempo dedicatevi al ripieno. Fate bollire le patate in acqua salata, pelatele e tagliatele a cubetti. Lavate, sbucciate e riducete a tocchetti le carote. Ponete un po’ olio in una padella e lasciate soffriggere la cipolla tagliata a fettine sottili.
Unite alla cipolla i piselli, qualche cucchiaio d’acqua e fate cuocere il tutto per qualche minuto.

Aggiungete in seguito le patate e le carote. Fate insaporire, poi salate e aromatizzate con le spezie. Una volta cotto il misto di verdure prelevatelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare.

Prendete ora l’impasto, lavoratelo per qualche minuto, e dividetelo in tante palline quanti volete siano i vostri Samosa; 12 palline dovrebbero essere sufficienti. Stendete ora ogni pallina con un mattarello e chiudetela in modo da formare un cono.
Farcite ogni cono con un po’ del ripieno di verdure, aiutandovi con un cucchiaino e sigillatelo con cura. Scaldate l’olio in una padella e friggetevi i Samosa. Servite caldi decorati con spicchi di limone.

1 commento:

  1. Devono essere squisiti!
    http://basilicopistacchioenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina